Benvenuto nel sito della Associazione Civico 17 di Roma - email: civico17.roma@gmail.com

Centenario “Prati - Della Vittoria”
PROGETTO
promozione di uno studio di riqualificazione dell’ambiente urbano
con l’individuazione di spazi pedonali e ciclabili protetti
da effettuarsi con la partecipazione degli istituti scolastici (dal grado della scuola primaria a quello superiore) presenti sul territorio allo scopo di individuare una rete di spazi urbani potenzialmente in grado di migliorare le condizioni di sicurezza e qualità ambientale per tutti i cittadini, ma in particolare per quelli con maggiori difficoltà (bambini, studenti, anziani) (piano di microurbanistica)
     premessa e scopi del progetto
La presente proposta di progetto nasce nell’ambito dell'avviso pubblico “CENTENARIO PRATI-DELLA VITTORIA”, promosso dal Municipio Roma XVII e nella quale i firmatari si ritrovano appieno; nata su suggerimento di alcune insegnanti della scuola primaria Pistelli per promuovere e facilitare la partecipazione dei bambini e dei giovani nei processi decisionali di trasformazione, miglioramento, valorizzazione e gestione dell'ambiente di vita, in applicazione della Carta dei Diritti dell'Infanzia, è promossa e sostenuta da due associazioni di volontariato attive sul territorio municipale, quali l’associazione CIVICO 17, che da quattro anni opera con diverse iniziative di promozione sociale e culturale [http://civico17.blogspot.com/], e l’associazione PSP (Progettazione Sostenibile Partecipata), che svolge già da anni un cospicuo lavoro nel settore specifico, con seminari e pubblicazioni [http://www.progettazionepartecipata.org/] e ha  collaborato nel 2011 alla gestione del  Laboratorio di Progettazione Partecipata del Municipio Roma XVII per l’area del deposito ATAC di piazza Bainsizza.
Con lo spirito proprio di chi vive e lavora nella realtà quotidiana del territorio “Prati - della Vittoria”, il gruppo propone che questa celebrazione divenga veramente “l'occasione per ripensare il quartiere, la sua conformazione urbanistica, la sua vicenda storica, le sue linee di sviluppo e, soprattutto, per mettere in campo delle idee e delle proposte che guardino al futuro e rappresentino, anche operativamente, una successiva tappa della sua evoluzione”.
Riteniamo a questo proposito che tema principale della vivibilità della nostra città – nello specifico di quella storica e consolidata - sia la fruizione libera degli spazi comuni, quali strade, vie e piazze, oggi negata oltre ogni limite di comprensibilità per la prepotente e inesorabile invasione dei mezzi motorizzati, sia in sosta, si in movimento; e di tutto quanto è ad esso legato: segnaletica varia, cartelloni pubblicitari, ringhiere di protezione, ecc.; il fenomeno è tale, che non è più nemmeno immaginabile una percezione e fruizione di questi spazi diversa: appare dunque ai più ineluttabile, benché stridente e contraddittoria in modo evidente, la compresenza ovunque di auto, motorini, motociclette, camion e pullman con marciapiedi, attraversamenti pedonali, viali alberati, fontane, arredo urbano.
Questo è l’ambiente in cui tutti noi viviamo quotidianamente; questi gli effetti del fenomeno: bruttura, sporcizia, inquinamento e pericolo.
     obiettivi: sensibilizzazione dei giovani al problema della vivibilità dell’ambiente urbano / restauro ambientale pianificato del territorio “prati – della vittoria”
Crediamo che il primo obiettivo da porsi come cittadini sia la “diffusione di una maggiore sensibilità sulle tematiche ambientali”, al preciso scopo di indurre una “virtuosa modificazione dei comportamenti in tema di risparmio energetico, e riduzione dei consumi”. Questo per noi avviene a cominciare dai giovani e anche dai più piccoli; ma non basta il lavoro fatto nelle scuole, a volte molto serio ma spesso in condizioni veramente deficitarie quanto a mezzi e risorse; tra le finalità del gruppo c’è appunto quella di attivare la partecipazione dei bambini e dei giovani nella pratica della cittadinanza attiva attraverso laboratori permanenti scolastici e/o extrascolastici, orientati alla conoscenza diretta delle istituzioni, degli spazi sociali e delle realtà del territorio; come associazioni, professionisti, insegnanti, crediamo che sia possibile realmente progettare insieme la nostra città a misura di tutti.
A cent’anni dalla data che segnò l’inizio dei tracciati viari che compongono ancora oggi il bel disegno dell’insieme urbano che oggi chiamiamo “Prati – della Vittoria” – unico a Roma quanto a larghezza delle sezioni stradali, presenza di alberature ad alto fusto e varietà delle tipologie edilizie, nonché per la presenza di numerose e importanti sedi istituzionali, tutte degne opere di architettura moderna – pensiamo sia oggi urgente proporre un ‘restauro’ di questo ambiente urbano, reinterpretandone gli spazi storici alla luce delle esigenze attuali e in funzione soprattutto di una sua fruibilità alternativa al mezzo motorizzato, attraverso percorsi ciclo-pedonali protetti.
     il progetto: principi e finalità concrete – la mappatura del territorio
Il punto di partenza del progetto che proponiamo è l’assioma che il cittadino ha oggi bisogno prima di tutto di ritrovare gli spazi dove potersi muovere o sostare liberamente e senza pericolo; di questi poteva godere una volta, nella città preindustriale non motorizzata; sempre meno fino ai nostri giorni. Oggi c’è un gran desiderio di recuperare quella libertà e mobilità (al di fuori dai grandi traffici motorizzati), il desiderio di vivere e riscoprire con piacere la dimensione locale, del quartiere, del vicinato.
“La progettazione di ogni intervento atto a migliorare la qualità di un ambito urbano o territoriale richiede la conoscenza approfondita del contesto” (Giangrande A., Mortola E., Manuale di auto-progettazione per piccoli interventi di riqualificazione dell’ambiente urbano, Comune di Roma, 2000). Il progetto prevede a tale scopo la definizione di una mappa di intervento dell’area “Prati - della Vittoria”, con l’individuazione di luoghi e spazi atti a ospitare aree di sosta e percorsi ciclo-pedonali protetti.
a.       La mappa metterà in evidenza i luoghi critici e quelli potenzialmente ricchi di qualità dell’area
b.      Tra questi, indicherà le aree e i percorsi già attrezzati allo scopo, suggerendone le opere per migliorarne la funzionalità e l’aspetto estetico
c.       Suggerirà infine le linee di intervento generali per la realizzazione di microprogetti di cui l’Amministrazione Municipale dovrà tener conto per l’attuazione di un piano coordinato e partecipato (Planning for Real); l’attività di progettazione partecipata è già una realtà nel nostro Municipio e crediamo che abbia ancora maggior senso nella definizione della sistemazione delle aree scoperte comuni, perché non si realizzino più opere pubbliche in modo disorganico o, peggio, inutile, opere che spesso non vanno incontro alle reali richieste di chi vive e lavora nella città.
d.      Si articolerà in tre sezioni diverse: 1) aree pedonali protette; 2) verde dei viali, delle aiuole e dei piccoli giardini; 3) percorsi ciclo-pedonali protetti.
È previsto lo sviluppo del progetto in due anni, il corrente e il successivo 2012/13. In seguito verranno specificate e comunicate le fasi e i modi della realizzazione del progetto.
A mero titolo di rimborso spese forfettario riteniamo congruo un finanziamento minimo - solo a partire dall’anno prossimo - di 2,000.00 Euro totali, a carico del Municipio XVII.
alcune insegnanti della scuola primaria pistelli – associazione civico 17 - associazione psp

Pubblicato da Silvia lunedì 23 gennaio 2012

0 commenti

Posta un commento